Buon Compleanno a me! io festeggio con una ScannCut

Divisorio cuoriA dicembre, complice una offerta, il Natale e anche il mio compleanno mi sono fatta regalare una ScannCut Brother. Era nei miei desideri da un po’ di tempo ma ero sempre frenata dal prezzo (non proprio economico) e dal reale utilizzo che ne avrei fatto successivamente.
La scelta del plotter non è stata semplice: allo stesso prezzo combattevano una Silhouette Cameo ultimo modello e la ScannCut (a me piace chiamarla amichevolmente “Versione Preistoria”) che alla fine ho acquistato. Ho cercato informazioni per giorni, ho tediato chiunque anche lontanamente avesse mai anche solo sfiorato un plotter da taglio per chiedere pareri e opinioni. Ho fatto mente locale su come avrei utilizzato il nuovo arrivo e alla fine ho deciso -quasi- con piena consapevolezza.
Ho scartato subito l’acquisto di una Big Shot, del resto se avevo resistito quando era scontatissima durante il Black Friday non potevo di certo acquistarla ora. Uno dei progetti da realizzare sicuramente è un libro con attività in pannolenci per Bianca: mi costerebbe più in fustelle che l’intera ScannCut.
Le opinioni sulle due macchine sono spesso contrastanti, ma diverse opinioni corrispondevano quasi sempre a diversi materiali utilizzati. Se i lavori sono elaborati e fatti soprattutto con carta e vinile è meglio acquistare la Silhouette Cameo o Curio (che sembra essere l’unica in grado di fare anche embossing, seppur con una dimensione del piano di taglio/lavoro più piccina delle altre). Se si pensa di utilizzare anche altri materiali come feltro o crepla, è meglio una ScannCut seppur anche questa riesca a gestire comunque solo fogli molto sottili (devo ancora informarmi bene se la lama da taglio profondo è supportata dal modello non evoluto che ho acquistato e su quali spessori di feltro può lavorare). Dopo tanto riflettere ho lanciato una monetina in aria (scherzo) e ho acquistato il plotter che sembrava rispondere meglio alle mie esigenze. Speriamo di averci visto giusto!
Giace (per il momento) ancora poco utilizzata sullo scrittoio: nella frenesia di questo dicembre ho infatti dimenticato che mi sarei dovuta regalare anche tutti i materiali per iniziare ad usarla.
In questi giorni ho fatto incetta online di gomma crepla, feltro e gli immancabili fogli adesivi ma fortunatamente ho ancora carta e cartoncini colorati su cui iniziare a fare le prove! Aspetto i miei ultimi regali postnatale e poi, prometto, vi aggiorno!Intanto, vi mostro il primissimo divisorio fatto con la mia nuova aiutante: i cuori che formano il tab sono ritagliati direttamente dalla macchina così come la scritta Bianca (che poi ho semplicemente incollato sopra al divisorio).

 

4 Commenti

  1. Ciao Sara!! Mi è stato proprio utile il tuo ultimo articolo. Anche io vorrei creare qualche quiet book per il mio bimbo e bimbo di amici e non avendo la big shot stavo pensando alla scanncut. Io li vorrei fare in gomma crepla (o fommy). Mi puoi aiutare e spiegare qualche cosa in più? per esempio quanto durano i fogli da taglio? si possono mettere tanti pezzetti di fommy diversi e fare un bel pachwork così che in un unico taglio ti faccia molti disegni diversi e non deve ripassare sotto alla macchina?
    Che modello hai acquistato tu? Grazie mille!!!
    A presto
    Alice

    • Ciao Alice!
      Per dei bimbi ti sconsiglio la gomma crepla, è davvero poco resistente in mano a dei monelli! Io ho scelto il feltro per le pagine (ma puoi anche usare una stoffa pesante) e per i dettagli ho utilizzato feltro, crepla (ma per piccolissimi dettagli), oggetti di recupero (bottoni, chiusure in plastica…) e figure all’uncinetto…
      Io ho acquistato il modello di base, per l’utilizzo che ne volevo fare e ne sto facendo è più che sufficiente. Non l’ho ancora utilizzata con il feltro perchè stupidamente non ho acquistato subito le lame e i tappeti per tagli profondi e non trovo mai il tempo di mettermi li a cercare!
      spero di esserti stata d’aiuto!

  2. Ciao,anche io sono combattuta tra le due e dato che da quando hai scritto è passato un po di tempo, volevo sapere come ti sei trovata poi con il feltro e quale sono gli ulteriori supporti da acquistare, grazie per il tuo aiuto

    • Ciao Iolanda,
      da quando l’ho acquistata ho ripreso a lavorare lontana da casa.. il tempo per sfruttarla al meglio è talmente poco che mi sembra di averla abbandonata.
      Per il feltro comunque ti consiglio la lama per il taglio profondo e il tappetino apposito (più appiccicoso).
      Buone creazioni! 🙂

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*